fbpx

Instagram

La risposta da Instagram ha restituito dati non validi.

Seguimi!

Lifestyle Salute e Benessere

La spesa d’autunno

Ottobre 13, 2017
E’ arrivato l’autunno e gran parte dei prodotti che hanno accompagnato le calde giornate d’estate lasciano spazio agli ortaggi tipici di questo periodo dell’anno in cui l’abbassamento delle temperature porta con se’ il desiderio e spesso il bisogno di trovare giovamento nel consumo di bevande e pietanze calde.
La natura è davvero perfetta; sa esattamente ciò di cui abbiamo bisogno e ci rende in grado di affrontare il clima più rigido delle giornate che arriveranno offrendoci una serie di ottimi alimenti che si prestano bene ad essere serviti sotto forma di zuppe, minestre e vellutate.
 
Consumare piatti di questo tipo non solo soddisfa le esigenze dell’organismo, ma fa anche bene alla linea!
Se nel piatto abbondano le verdure, possiamo servirle anche con piccole quantità di pasta (o riso o altro cereale) oppure legumi e sentirci ugualmente sazi. Un esempio è dato da una porzione di fagioli con scarole oppure cicoria e zucca, un piatto di lenticchie con spinaci oppure una bella porzione di minestrone o vellutata di verdure servita con una manciata di riso o altro cereale. Il farro, l’orzo e tutti i cereali in chicchi si abbinano perfettamente alle verdure o ai legumi.
 
In autunno nel nostro carrello della spesa non possono mancare la bieta, le carote, le barbabietole, i broccoli, il cavolo e la verza, i carciofi, la cicoria, i cetrioli, le cipolle e le cipolline. Ed ancora, i crauti, i fagiolini, i finocchi, i funghi, l’indivia, l’insalata e le lattughe; le melanzane, i peperoncini, i peperoni, gli ultimi pomodori, il radicchio rosso e quello verde, le rape ed i ravanelli. Infine, la rucola, la scarola, il sedano ed il sedano rapa, il songino, gli spinaci, la zucca e le zucchine. Tutte queste verdure sono un’ottima fonte di nutrienti come vitamina C, acido folico, beta-carotene, potassio, calcio e fosforo.
 
E adesso passiamo alla frutta.
Frutti freschi di questo periodo sono le banane, le clementine ed i mandaranci, i fichi d’india, i loti, i kiwi, i lamponi e le more, i limoni, le mele e le melagrane, le pere e l’uva.
Quest’ultima insieme alle banane e ai loti è tra i frutti a maggior contenuto glucidico, pertanto, bisogna prestare attenzione alla frequenza di consumo e alla grandezza delle porzioni. I limoni e gli altri agrumi sono ricchissimi di vitamina C; una porzione di questi frutti, magari sotto forma di spremuta, è un’ottima arma di prevenzione contro i malanni tipici di questa stagione. Lamponi, more e melagrane contengono sostanze antiossidanti mentre i kiwi sono un ottimo rimedio naturale contro la stitichezza.
Il consumo di frutta e verdura, per l’elevato contenuto di acqua, non deve mai essere trascurato; in estate aiuta a compensare le perdite di liquidi e minerali col sudore e d’inverno garantisce il rispetto del fabbisogno idrico che, altrimenti, puo’ restare insoddisfatto se è vostra abitudine bere di meno quando il clima è più fresco.
 
Chi ha letto il mio articolo sulla spesa di luglio sa che anche il pesce ha una propria stagionalità. Pesci azzurri reperibili in questo periodo sono le aguglie, il pesce bandiera e lo sgombro; quest’ultimo è un pesce grasso,
caratteristica che lo rende un’ottima fonte di acidi grassi omega 3, nutrienti protettivi della salute cardio-vascolare e non solo. Inoltre, si pescano sogliole, dentici, ricciole, lampughe, naselli, rombi e pesce san pietro, ombrine, pagelli, gallinelle, gamberi e gamberetti, seppie e vongole. Molluschi e crostacei contengono una quantità maggiore di colesterolo rispetto al pesce; il mio consiglio è di preferire quest’ultimo e variare sempre la scelta, limitando molluschi e crostacei alle occasioni.
 
BUONA SPESA!

 

Dott.ssa Emanuela Racca

BIOLOGO NUTRIZIONISTA

Ordine Nazionale dei Biologi

AA 075051

    Instagram

    La risposta da Instagram ha restituito dati non validi.

    Seguimi!