fbpx
Salute e Benessere

Cellulite ed Alimentazione | I consigli della nutrizionista

Giugno 19, 2020

Quando si tratta di rimettersi in forma ed in breve tempo siamo pronte a tutto, anche a seguire la più bizzarra delle diete che circola in rete.

Chi di noi non ha ceduto almeno una volta alla dieta dell’ananas o dell’anguria, del riso o dell’insalata…?

Ogni anno, in prossimità dell’estate, ci viene propinata una miracolosa dieta anticellulite con tanto di slogan: “Con la dieta dell’ananas perdi fino a 5 kg in una settimana”.

E allora tutte di corsa dal fruttivendolo perché l’ananas aiuta a bruciare i grassi e a rimuovere la cellulite in poco tempo.

L’abbiamo letto in rete! Non può essere una notizia fasulla!

 

Ma è davvero così?

La risposta, ahimè, è no! 

La cellulite, infatti, è una condizione multifattoriale che scaturisce da cause strutturali, genetiche ed ormonali; essa è il risultato di una complessa serie di eventi infiammatori che coinvolgono sia il tessuto adiposo sottocutaneo che il derma. 

Ecco perché nella lista dei rimedi utili a contrastare la cellulite rientra anche l’utilizzo di una buona crema farmacologica che presenti al suo interno degli ottimi principi attivi.

L’applicazione della crema sulla zona interessata dalla cellulite permette di ottenere un risultato migliore ed ancora più visibile agendo in sinergia con la modifica delle abitudini alimentari che, in questi casi, rappresenta sempre la base da cui partire.

Se vi siete perse l’articolo sulle creme farmaceutiche correte a leggerlo qui: https://www.maricaferrillo.it/lifestyle/salute-e-benessere/cosa-bisogna-sapere-prima-di-acquistare-una-crema-anti-cellulite/ 

È chiaro, quindi, (e non potrebbe essere diversamente) che i singoli alimenti non fanno miracoli, tuttavia, migliorare in toto le abitudini alimentari può sicuramente aiutarci a ridurre gli inestetismi della cellulite e la fastidiosa buccia d’arancia che ne consegue.

Il consiglio spassionato che mi sento di darvi è di non accettare mai per vere le affermazioni che mettono in relazione alimenti e cellulite a meno che non siano corredate di opportuni fondamenti scientifici; in caso contrario, tali affermazioni non hanno alcuna validità. 

Purtroppo, però, se consultiamo la letteratura scientifica, ci rendiamo conto che gli studi pubblicati sull’argomento in questione sono davvero pochi e condotti peraltro su un campione limitato di pazienti; ciò vuol dire che i risultati di tali studi, già in partenza non concordanti tra di loro, non possono essere estesi alla popolazione generale sotto forma di linee guida. Pertanto, non è possibile affermare che esistono alimenti miracolosi per la cellulite. 

Cosa possiamo fare, quindi, per agire concretamente sul problema?

 

Ecco di seguito 5 preziose regole:

 

1. Evitare inutili restrizioni caloriche!

La perdita di peso ottenuta con drastiche diete ipocaloriche non riduce la cellulite! Come anticipato prima, la cellulite è una condizione multifattoriale: se fosse legata soltanto all’alimentazione ipercalorica, le donne magre non ne sarebbero colpite. Ed invece, a quanto pare, la cellulite non risparmia neanche loro!

2. Ridurre il consumo di alimenti che, in conformità con i risultati di studi clinici, sono correlati ad un peggioramento dello stato di salute, come: alimenti conservati in scatola, salumi, insaccati, alimenti particolarmente ricchi di sale, cibi fritti, grassi saturi ed idrogenati, dado da brodo, zuccheri raffinati, succhi di frutta, bevande zuccherate ed alcolici;

3. Preferire alimenti genuini e minimamente trattati, alimenti ottenuti da farine integrali, legumi, pesce azzurro, carne bianca e rossa purché di qualità, uova, formaggi magri e yogurt;

4. Utilizzare un’acqua a ridotto contenuto di sodio;

5. Inserire nella propria alimentazione fonti naturali di molecole ad attività antiinfiammatoria come il pesce, le noci ed i semi di lino e ad attività disintossicante come il radicchio, il tarassaco, la catalogna, il sedano, gli asparagi, il pompelmo e, in generale, gli ortaggi crudi ed amari oltreché alcune erbe e spezie come il prezzemolo, lo zenzero e la curcuma.

Insomma, il segreto è alimentarsi in modo vario ed equilibrato, prediligendo alimenti sani e salutari e avere costanza.

Se questo non dovesse bastare, potremmo avvalerci dell’aiuto di una buona crema farmaceutica che, applicata direttamente sulla zona interessata dalla cellulite, agisce in sinergia con la modifica delle abitudini alimentari e ci permette di ottenere un risultato migliore ed ancora più visibile. 

 

Post a cura della nutrizionista E. Racca