fbpx
Lifestyle Pharma&Beauty Salute e Benessere

Cosa bisogna sapere prima di acquistare una crema anti-cellulite?

Maggio 29, 2020

Qualche giorno fa insieme alla Dottoressa E. Racca abbiamo affrontato, in questo articolo con voi il tema cellulite, un tema molto delicato ma anche molto interessante che accomuna tutte noi donne.

Abbiamo capito quanto è fondamentale avere costanza con i gesti quotidiani che vanno a contrastare la cellulite e che una sana e corretta alimentazione, un’attività fisica regolare e l’applicazione di creme anti-cellulite possano fare la differenza.

Devo dire che c’è stato un bel riscontro da parte vostra; in tante mi avete scritto raccontandomi la vostra esperienza, ma ci sono ancora tanti dubbi ed incertezze riguardo le creme anti cellulite.

Come faccio a scegliere quella giusta?

Qual’è veramente efficace ?

Sono usciti fuori inaspettatamente spunti interessanti  riguardo questo argomento che vale la pena approfondire; dunque lascio la parola alla dottoressa Luciana Galdiero, esperta in dermocosmesi, che ci chiarirà alcuni aspetti fondamentali.

Tutte noi usiamo, o abbiamo usato almeno una volta nella vita, una crema anticellulite.

Ma quando facciamo questo acquisto, e ci sottoponiamo a trattamenti che richiedono tempo e costanza, sappiamo realmente cosa stiamo comprando e cosa aspettarci?

Esistono centinaia di tipologie di creme e di trattamenti, perché dovremmo preferirne uno a un altro? 

Cosa rende un prodotto funzionale e un altro no? 

 

La risposta è una sola: dobbiamo diventare delle consumatrici Consapevoli!

 

Per farlo partiamo dal presupposto che una crema farmacologica, rispetto a una crema cosmetica, per essere definita tale, ha subito dei test di controllo di efficacia e sicurezza prima dell’immissione in commercio da parte del Ministero della Salute. 

Qualunque sia la crema che scegliamo, la sua Sicurezza (mancanza di tossicità) è un parametro sempre garantito prima della messa in vendita di un prodotto. 

Diverso è il discorso dell’Efficacia. Solo creme farmacologiche hanno studi clinici a proprio favore che possono misurarne gli effetti e garantirne i risultati.

Avere una conoscenza di base dei principi attivi e degli ingredienti utilizzati all’interno di creme e trattamenti ci dà la possibilità di compiere delle scelte più consapevoli. 

Una crema Attiva contro la cellulite, per essere definita tale, deve rispondere a delle caratteristiche ben precise e presentare nella lista alcuni ingredienti fondamentali…

 

Vediamo quali:

Il principio attivo fondamentale che distingue una crema farmacologica da una cosmetica è la Levotiroxina.

 Il ruolo innovativo di questa molecola nella cura della cellulite è costituito da una duplice azione:

– favorisce lo stoccaggio dei depositi di grasso, liberando così acidi grassi che possono essere usati per produrre energia.

-riduce visibilmente l’ inestetismo della pelle “ a buccia d’arancia” poiché ostacola l’eccessiva produzione delle fibre di collagene che formano la “gabbia” che imprigiona le cellule adipose.

Numerosi studi clinici testimoniano l’efficacia della Levotiroxina e la sua sicurezza d’impiego nelle dosi indicate. In particolar modo essa si è dimostrata particolarmente efficace nel ridurre la circonferenza di gambe e fianchi e soprattutto non vi è assorbimento sistemico.

Ciò vuol dire che la molecola riesce a penetrare gli strati più profondi del derma, senza però entrare in circolo.

E’ stato visto infatti che anche dopo cicli ripetuti non vi è un’alterazione della funzionalità tiroidea poiché la nostra cute è provvista di un enzima che scinde la levotiroxina in una sostanza inattiva.

Vi possono essere molteplici altri attivi all’interno di una crema anticellulite, ma la loro funzione è principalmente cosmetica e di completamento a quella della levotiroxina.

Ad esempio dall’ippocastano si estrae l’Escina, la quale ha una naturale azione vasoprotettrice, per cui rinforzando i capillari, migliora la circolazione con un conseguente riassorbimento dei liquidi e una netta riduzione della ritenzione idrica.

Il benefico che ne consegue, dunque non è solo estetico, ma anche un’attenuazione del senso di gonfiore e pesantezza alle gambe.

Ingredienti tipici di creme cosmetiche sono invece:

Caffeina: contenuta in estratti come guaranà, tè verde , caffè,  che ha la funzione di attivare il metabolismo dei grassi riducendo l’adiposità localizzata.

Iodio organico : presente nelle alghe brune quali Fucus e Laminaria ,esso agisce sugli ormoni tiroidei stimolando il metabolismo basale.

Estratti da Ippocastano, Centella, Rusco, Edera, Amamelide, Equiseto, i quali migliorano il microcircolo.

Leggendo quindi gli ingredienti della crema che stiamo comprando ci renderemo conto di quali benefici e risultati aspettarci a seconda se scegliamo una crema farmacologica o una crema cosmetica. Soprattutto focalizziamo la nostra attenzione sul fatto che una crema farmacologica, in quanto tale, andrà utilizzata a cicli, per cui ci darà dei risultati visibili, duraturi e misurabili in un breve periodo di tempo . Risulta dunque utile usare una crema farmacologica in una fase d’attacco, mentre sceglieremo una crema cosmetica per mantenere il risultato ottenuto.

Ma anche la crema più efficace deve avere delle altre caratteristiche che ci invoglino a proseguire nel trattamento e ad essere costanti.

 

Una buona crema deve essere innanzitutto piacevole da spalmare poiché dovremmo farlo tutti i giorni dopo la doccia e deve avere una profumazione gradevole.

Alcune creme hanno infatti una spiccata nota erbosa dovuta agli estratti in essa contenuti. Dunque che senso ha mettersi la crema se l’odore che lascia ci fa venire mal di testa o ci fa venire voglia di docciarci immediatamente dinuovo ???

Spesso ci applichiamo la crema dopo la palestra e comunque siamo sempre di corsa, per cui deve essere pratica nel suo utilizzo, deve stendersi bene senza fare scia bianca, assorbirsi  senza macchiare i vestiti e che si presti ad un veloce massaggio dal basso verso l’altro di un paio di minuti per coscia.

In ultimo facciamo attenzione a scegliere creme non riscaldanti, poichè potrebbero arrossare le zone e creare eritemi su pelli delicate o atopiche, e inoltre provocherebbero vasodilatazione e fragilità capillare.

Un consiglio prezioso che mi sento di darvi è quello di praticare uno scrub  settimanale , oppure l’utilizzo di spazzole per il corpo studiate appositamente per riattivare la circolazione e promuovere il ricambio cellulare (body brushing).

In ultimo, ma non per importanza, ricordiamoci che ogni trattamento che decidiamo di intraprendere ha bisogno di costanza e soprattutto di obiettività verso noi stesse. Utilizzare anche la crema più valida, senza abbinarla a un’alimentazione bilanciata e all’ attività fisica, aspettandoci il risultato miracoloso, non può far altro che aumentare il nostro senso di frustrazione.

Qualunque gesto che facciamo nei nostri confronti deve essere fatto con amore, deve essere una coccola, del tempo che decidiamo di dedicare a noi stesse… come siamo e per le donne che vogliamo essere.