fbpx
Lifestyle

Amazon Goes Gold: fare del bene riempie il cuore di chi lo fa ma soprattutto di chi lo riceve

Novembre 12, 2019

Grazie ad Amazon e alla sua iniziativa benefica Amazon Goes Gold ho avuto la possibilità di vivere delle esperienze molto importanti e di conoscere delle realtà che fanno parte della vita di tutti i giorni, ma che non toccandoci in prima persona spesso si ignorano.

Parlo delle malattie oncologiche e dei ragazzi che purtroppo sono colpiti da esse e si ritrovano ogni giorno a combattere con i loro male.

Amazon ha lanciato per la prima volta nel 2017 un’iniziativa a livello globale, che prende appunto il nome di Amazon Goes Gold a sostegno proprio di questi piccoli pazienti affetti da tumore.

Questa iniziativa prende vita ogni anno nel mese di settembre, il mese dedicato alla sensibilizzazione sul tema del cancro in età infantile e tutte le sedi di Amazon nel mondo contribuiscono a sostenere strutture sanitarie e associazioni che si occupano di dare cure e supporto ai bambini affetti da tumore.

Una di queste associazioni è 4You; un team di esperti, medici, infermieri e psicologici che tutti giorni operano all’ospedale Bambino Gesù  di Roma e che cercano oltre che curare i ragazzi ricoverati  in reparto di donargli un sorriso e un po’ di normalità tenendoli impegnati in attività ricreative.

Abbiamo conosciuto questa associazione per la prima volta proprio mei magazzini di Amazon in una giornata importante come quella del 19 settembre dove era stato organizzato un evento chiamato Pijamin ovvero un tour in pigiama.

Durante quella giornata i dipendenti di Amazon Italia si sono recati al lavoro indossando il pigiama per manifestare la propria vicinanza alle famiglie e ai piccoli pazienti che passano le loro giornate nelle camere degli ospedali e noi insieme a loro.

Per ogni visitatore in pigiama, Amazon ha donato 5€ a un ospedale del territorio vicino alle proprie sedi (all’Associazione Genitori Ematologia Oncologia Pediatrica – AGEOP presso il Reparto di Oncoematologia Pediatrica del Policlinico S.Orsola-Malpighi di Bologna e all’Ospedale Pediatrico Bambin Gesù di Roma).

La sede che poi ha registrato il maggiore coinvolgimento nell’iniziativa è stata premiata con la somma di €45.000 che sono stati poi donati interamente all’ospedale pediatrico individuato dai dipendenti del sito.

Un’iniziativa davvero fantastica!

Con Amazon poi abbiamo scelto dei regali da portare in reparto ai ragazzi ricoverati e grazie anche al vostro aiuto abbiamo fatto una bella selezione.

Questi regali serviranno a regalare un po’ di normalità e spensieratezza in reparto e che oltre alle cure in ospedale si può fare tanto altro.

Un paio di settimane fa, ho vissuto in prima persona questa esperienza ed insieme ad un’altra collega ed ai ragazzi di Amazon ci siamo recati all’Ospedale Bambino Gesù di Roma per portare i regali selezionati.

È stata un’esperienza molto toccante che mi ha cambiata molto.

Per me è stata la prima volta in cui mi sono messa in gioco e soni venuta a conoscenza di una realtà che spesso dimentichiamo ma che ahimè esiste.

Vi dico che è stato difficile, mi sono immedesimata nelle famiglie che ormai vivono la loro vita in un reparto d’ospedale ed ho capito quanto è fondamentale per loro il nostro aiuto, il nostro sorriso e la nostra forza.


Il mio sorriso prima di entrare in ospedale faticava ad uscire, ho pensato di non esser in grado, ma una volta entrata ho cercato di trasmettere tutta la serenità possibile e ci sono riuscita grazie proprio ai ragazzi che sono ricoverati lì.

Da questa esperienza di vita ho capito tante cose; ho capito che spesso soffriamo per futilità e che diamo peso a cose abbastanza inutili.

Ho capito che le persone che vivono questa realtà hanno una grande forza perché ogni giorno sono supportati da persone speciali.

E poi ho capito che fare del bene riempie il cuore di gioia non solo di chi lo fa ma soprattutto di chi lo riceve e se ognuno di noi  nel nostro piccolo riesce a fare qualcosa per chi è meno fortunati tutti insieme fare grandi cose.