fbpx

Instagram

Seguimi!

Lifestyle Travel Viaggi con i Bimbi

La nostra prima settimana bianca in Trentino Alto Adige

Marzo 24, 2019

Era da tanto che volevamo organizzare qualche giorno con i bimbi in montagna e quindi liberi da impegni lavorativi abbiamo prenotato per i primi giorni di marzo la nostra prima settimana bianca in Trentino Alto Adige. 

La primavera quasi alle porte ci ha regalato dei bellissimi giorni miti e soleggiati con una sola giornata di pioggia. La neve a bassa quota non era tanta ma in 5 minuti di macchina salivamo a 1500-1600mt dove ci siamo goduti dei bellissimi paesaggi innevati.

Io e mio marito amiamo tantissimo andare in montagna ma purtroppo non sappiamo sciare,  quindi ci limitiamo a goderci l’atmosfera che si vive in questi luoghi e a rilassarci completamente staccando la spina dalla nostra quotidianità.

Quest’anno avremmo voluto far fare le prime lezioni di sci a Raffaele, ma essendo la nostra prima volta in Trentino abbiamo trascorso la vacanza conoscendo un po’ il territorio e facendo approcciare i bimbi con la  neve lasciandoli liberi di esplorare e giocare. L’anno prossimo sarà la volta buona per vedere i fratellini alla riscossa sugli sci, anche perché Riccardo avrà l’età giusta per poter iniziare le lezioni e divertirsi insieme a Raffi.

Ci siamo trovati così bene che abbiamo appunto deciso di ritornarci anche l’anno prossimo e se riusciamo vorremmo organizzare questa vacanza invernale anche negli anni a venire proprio come se fosse un’abitudine.

Abbiamo alloggiato all’ Hotel Rosenhof a Rio di Pusteria, un paesino molto caratteristico.

La struttura è fantastica, un hotel family friendly con tutti i comfort per le famiglie, dalla piscina riscaldata all’ultimo piano con vista paesaggio, alla sala piena di giochi dove poter intrattenere i bimbi negli orari di pausa, giochi esterni, sauna e merenda organizzata dalle 15:00 alle 17:00 con tanti i dolci freschi, yogurt e frutta.

Abbiamo scelto per il nostro soggiorno una mezza pensione che comprendeva una fantastica colazione, con l’imbarazzo della scelta tra dolce e salato, e la cena con diverse portate sempre diverse, molto buone e sempre curate anche nell’aspetto.

E per finire un menu bambini molto gustoso ed equilibrato.

Per noi la mezza pensione è stata un’ottima soluzione perché abbiamo avuto la possibilità di pranzare ogni volta in un posticino diverso in base alla zona che visitavamo e di rilassarci la sera a cena dopo intere giornate passate fuori.

Il Viaggio 

Abbiamo deciso di partire un giorno prima del previsto per dividere il lungo tragitto che separa Napoli dal Trentino-Alto Adige e così ci siamo fermati per la notte a Badia al Pino in provincia di Arezzo spezzando le 8 ore di viaggio in due giorni. Il viaggio in macchina è stato decisamente meglio di come me lo ero immaginato, tra una canzoncina e l’altra e vari giochini di intrattenimento siamo arrivati a destinazione.

Itinerari e luoghi da visitare 

Abbiamo scelto Rio di Pusteria come zona di alloggio perché è in un posto strategico che ci ha permesso di visitare tanti altri posticini e perché a pochi km ci sono gli impianti sciistici di Maranza e Gitschberg-Jochtal collegati direttamente con la cabinovia che si trova in paese.

Maranza e Lago di Braies 

Il primo giorno di vacanza lo abbiamo trascorso per la gioia dei bimbi a Maranza che si trova tra i 1400 e i 1700 metri s.l.m.

Abbiamo passato ore giocando tra la neve e i bimbi si sono divertiti come non mai, i loro occhi brillavano di gioia. Raffaele era entusiasta di realizzare il mitico pupazzo di neve e Riccardo invece, tutto infagottato nella sua tutona, mi ripeteva continuamente “scivolo” rotolando qua e là… erano uno spasso.

Abbiamo pranzato a Brunico un delizioso paesino sulla strada per andare al Lago di Braies.

Era da tanto che volevamo vedere questa meraviglia, negli ultimi anni abbiamo visto tante di quelle foto del Lago di Braies sul web, in tutte le stagioni e in tante versioni, che sembrava di conoscerlo alla perfezione ed invece, arrivati lì, siamo rimasti a bocca aperta.

Uno scenario pazzesco, enorme, mastodontico!

Era tutto innevato e sembrava camminare nella panna montata, in alcuni punti era ghiacciato ed era tutto molto suggestivo. Sicuramente è da vedere anche in versione primavera-estate con i suoi colori tenui e temperature miti, ma anche in autunno vestito di tonalità calde e poter fare un giretto con la barca a remi.

Vipiteno e Bressanone 

Durante il secondo giorno di vacanza il tempo non ci è stato d’aiuto ed una pioggerella fine e costante ci ha fatto compagnia per tutta la giornata.

Nonostante il tempaccio siamo usciti dall’hotel per vedere due paesini ad un’ora di macchina da Rio di Pusteria… non potevamo sprecare un giorno di vacanza. E quindi armati di ombrelli ci siamo diretti a Vipiteno, la patria dello yogurt… una bomboniera.

Una stradina con tante casette dai colori pastello e negozietti super carini la fa da padrona e di fronte la torre antica con orologio e campanile. Non poteva mancare la foto con tanto di ombrello, sotto la pioggia.

Vipiteno è piccolissima e in men di un’ora siamo riusciti a girarla tutta spostandoci dopo a Bressanone, altro paese molto caratteristico e di sicuro il nostro preferito, per pranzare e fare una passeggiata!

La pioggia era sempre lì con noi, ma nonostante l’atmosfera cupa abbiamo amato tantissimo questo posto dalle case colorate, dal fiume che scorre vicinissimo al centro e dal Duomo color pastello… possiamo solo immaginare quanto sia meravigliosa con la luce ed una temperatura mite.

Per il terzo giorno di vacanza abbiamo scelto di trascorrere una giornata all’insegna del relax, visto che il giorno precedente siamo stati in giro per tutto il tempo.  Abbiamo dedicato la mattinata alla neve salendo a Gitschberg a 1800 metri e per il pranzo ci siamo fermati a Maranza dove abbiamo mangiato canederli in brodo e risotto con gorgonzola e radicchio.

Per l’ultimo giorno di vacanza abbiamo programmato un bel tour: Merano, Bolzano e Ortisei

Prima tappa  Merano che ci è piaciuta tanto. 

Abbiamo fatto una passeggiata per i negozi e ci siamo fermati in particolare in un negozio bellissimo con tantissimi giochi di legno e poi abbiamo fatto shopping in macelleria comprando speck da portare a casa per noi e per i nonni.

Per pranzo ci siamo fermati a Bolzano, quanto abbiamo adorato questa città. Siamo arrivati dal parcheggio sotterraneo, dove abbiamo parcheggiato la macchina, direttamente nella piazza principale dove tanti alberi di magnolie bianchi regalavano un’atmosfera romantica. 

Sono stata lì in quella piazza per diversi minuti, in silenzio, godendomi la pace che trasmetteva nonostante fosse gremita di persone. 

Sempre in piazza Walther c’è il bellissimo Duomo e l’imperdibile Loacker store dove abbiamo fatto sosta per un caffè ed ovviamente non siamo usciti a mani vuote.

Per concludere la serata e la nostra bellissima vacanza abbiamo fatto una passeggiata pomeridiana nell’incantevole Ortisei.

STUPENDA, elegante e caratteristica.

Qui abbiamo comprato il pretzel e lo strudel di mele per fare merenda, proprio per essere sicuri di non aver tralasciato nulla ed aver mangiato tutte le bontà culinarie di questa regione.

In questo posto magnifico che ci ha regalato tanto che è il Trentino Alto Adige ci siamo fatti una promessa; quella di ritornare al più presto e di vivere giorni indimenticabili proprio come quelli che abbiamo vissuto in questa stupenda vacanza.

    Instagram

    Seguimi!